Libera scelta

Primo giorno di vacanza per la Gioppina, che tornerà alla materna il 2 maggio.

Ilduemaggioduemilaundici!!!!!

Se non avete voglia di fare i conti sono esattamente 12 giorni di calendario. 6 giorni lavorativi. Che si tradurrebbero in 48 ore di ferie per me (o suo padre, ma la seconda opzione mi risulta davvero difficile pensarla praticabile). L’alternativa è trovare una tata; seria, giovane, affidabile (?) alla modica cifra di 8/10 euro all’ora (vi giuro che sto sparando): quindi un totale di spesa di (minimo) € 480,00. Quattrocentottantaeuro. Averceli sarei andata il fine settimana in una SPA.

Per fortuna tra i beni succedanei ho la fortuna di poter sostituire il denaro che non ho con i nonni. Sapete quei meravigliosi individui della specie umana che, rovinandoti miseramente anni  del progetto educativo serio e consapevole, sono capaci di tenerti la figlia e perdipiù dire pure che non è un peso? Qui nei paraggi posso usufruire “solo” di due nonni, mia mamma e mio babbo, che la nonna milanese non mi pare molto fruibile. E sti due nonni qui hanno pure un’altra nipotina, stessa età, stessa classe della materna, scuola diversa: il risultato cambia di poco, lei ha due giorni in meno di vacanza scolastica.

Sono fortunata, molto fortunata. Sono anche un pò incazzata: quando una famiglia potrà scegliere liberamente di gestirsi il tempo lavorativo (e non)?

Annunci

7 thoughts on “Libera scelta

  1. uh. stessa condizione. ho a disposizione due nonni su quattro.
    propongo uno scambio: prestami la nonna milanese tua che dia il cambio alla nonna milanese mia. in cambio ti offro una nonna della provincia padana, montessoriana solo sulla carta. le farebbe tanto bene l’aria di mare.
    comunque è un casino.

  2. anche a me mi girano.
    ho mia madre che per fortuna è contenta di tenere le bambine. non esiste nonno materno nè paterno. la nonna paterna non può occuparsi delle bambine.
    sono stanca che mia mamma debba essere il mio welfare state, perchè pago le tasse, e ne pago tante. mia madre da oggi al due maggio sostituisce il welfare. e a me mi girano.

  3. pussola ha detto:

    In effetti non si sono regolati per nulla.
    Questo è l’unico punto “positivo” dell’avere il marito temporaneamente a spasso: non mi ammazzo per capire a chi lasciare la Saruccia.

  4. Oggi non si parla d’altro. In giro si vedono solo mamme inc…te, stanche e depresse al primo giorno di vacanza….
    Io sono (abbastanza) fortunata. Ho un relativo margine di elasticità al lavoro, e la separazione ha reso quel workaholic del mio ex marito un padre modello, per cui oggi con me, domani con lui, prossima settimana chissà….Anche io non ho famiglia qui, e la baby sitter è solo per le emergenze (e comunque costa una tombola)…il discorso del lavoro gestibile/flessibile è un’utopia…. almeno in Italia…
    LadeaKalì

  5. mogliedaunavita ha detto:

    a me sembra assurdo il sistema degli orari scolastici e materni così distanti dagli orari della realtà! che se poi a scuola scegli il tempo pieno ti senti anche considerare una merdina! e la flessibilità esiste solo nel giardino del re! forse.

Lascia un segno:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...