Rap Futuristico

nationalgeographic.it

Il primo a cui l’ho sentito dire (sentito, l’ho letto da qualche parte) è stato Andy Wharol: “In the future, everyone will be famous for 15 minutes”. Anche io nel mio piccolo ci ho provato, questione di carattere: passare inosservata non è nella mia conformazione fisica e nelle mie corde. Dall’alto del mio metroeottanta pernientemagro prestatollapallavolo difficilmente faccio tappezzeria, metti anche che faccio buon viso a cattivo gioco e mi do da fare per sostenere la conversazione. Che possa essere una persona più o meno interessante non è l’argomento di questo pensiero scritto, mi soffermo sull’apparire. Mi guardano, dunque sono: siamo al primo passo, che se resti nel tuo guscio e non proponi niente diventi un egregio signor nessuno.

Quanti modi ci sono di farsi notare, da quello sopra le righe originale egocentrico al metodo meno invasivo, di basso profilo, che punta al mistero; ma il fine non cambia. Quello che tutti noi vogliamo è farci notare.

Lavori? Hai bisogno di un pubblico per essere soddisfatto, per avere il progetto, per l’aumento di stipendio, per coordinare il team. Ti occupi di sociale? Più parlano di te, maggiori contatti, maggiore diffusione e rientri più congrui. Sei una mamma? Non ne parliamo, se in famiglia osano ignorarti casca il mondo, e giù di depressione.

Quali sono i limiti sottili (o meno) per parlare di giusta competizione, di esposizione equilibrata? Chi ha storto il naso per quella opera creativa esposta in occasione dell’anniversario della liberazione a Roma, dopo aver saputo che è stata la provocazione di un artista, è in grado di indicare i motivi di tanto disagio? Chi la da via per un passaggio televisivo, quanto è più in basso nella scala della morale rispetto a chi vuole vendermi due decoder per vedere programmi diversi in stanze diverse dentro una muta famiglia normale?

Bravo chi ha la risposta e può impugnare lo scudo dell’eroe, perché non ha niente da dimostrare a nessuno. Io mi faccio mille paranoie, perché quando mi hanno insegnato che quello che conta nella vita è essere io ci ho creduto, solo che oggi quando lo dico a mia figlia non riesco a trovare degli esempi da proporre: tra i viventi mi azzardo a indicare i nonni, le altre figure sono tutte morte e sepolte.

Annunci

6 pensieri su “Rap Futuristico

  1. eh mi ca robetta questo argomento, merita riflessioni attente, così mi vien da dire che forse gli esempi ci sono, certo non sono perfetti in toto, ma credo che anche questo dovremmo passare ai ragazzi che le brave persone 100% non esistono.

  2. polly ha detto:

    concordo con ruben, tu gli trasmetti dei valori e lei non ha bisogno di chissà quali esempi.
    che poi il non avere tanti esempi fa di lei un po’ una pioniera, e vuoi mettere la soddisfazione di sentirsi (o credersi) superiori alla media? 🙂

  3. Urca che post…ci sarebbe da parlarne per giorni….l’esempio tua figlia ce l’ha in casa, sono sempre stata dell’idea che chi si interroga, chi si pone dei quesiti come questo, chi mette e “si” mette in dubbio trasmette sempre un ottimo messaggio…
    Concordo comunque con Pentapata, se esistono degli esempi di fulgida virtù da seguire ciecamente sono molto rari, per il resto possiamo solo fare del nostro meglio…

    LadeaKalì
    p.s. che meraviglia e che tristezza quella definizione della muta famiglia normale..

  4. Oh gente, che bei commenti che avete lasciato. Certe volte le scimmie urlatrici mi mandano le voci, poi ci si mette pure Mentana e io vado in pappa. Povera l’erede che dovrà avere a che fare con l’esempio di madre più bislacca del mondo, onesta si, ma per niente lineare. Ora mi costruisco la mia arca in cui salvare i personaggi degni, sperando che i figli ne abbiano a vedere di nuovi.

Lascia un segno:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...