Si, sciamare

domenica, pranzo.

siamo tutti insieme, con i mei, sorella e cognato, e i bisnonni. le due nane stanno finendo di spazzolare l’ultima fetta di rotolo con le fragole, si chiacchiera. il volume è alto, quando siamo tutti insieme ognuno vuol dire la sua, ci facciamo prendere, grandi risate.

le finestre del garage dove pranziamo sono aperte, sul giardino limitato dalla siepe di fotinia.

mi accorgo di un ronzio, prima leggero poi sempre più insistente. guardo fuori e mi sembra che ci siano un sacco di mosche. guardo meglio e mi accorgo che non sono mosche, ma api.

migliaia di api, che volano sulla siepe: in un momento il cielo diventa scuro, una nuvola vibrante.

“chiudete le finestre!” sopraggiunge il mio terrore per ogni anima ronzante che popola il pianeta.

ma insipiegabilmente subito la paura passa, ipnotizzata dallo spettacolo che si vede fuori: una sciamatura in piena regola.

nel giro di pochi minuti le api si posano in un ramo della siepe, tutte riunite, a formare quello che sarà il loro nuovo alveare. la meraviglia della perfezione, ciò che la natura in milioni di anni ha trasformato da un viaggio della speranza in un balletto sincrono e spettacolare.

quando una regina si accorge che l’alveare originale è oramai diventato piccolo per tutto il suo popolo, decide di cercare una nuova terra promessa. manda avanti le api esploratrici a sondare il terreno, quelle tornano e avvisano tutti quanti che ci sarebbe un posticino comodo e invitante. le operaie si gonfiano di miele, non sia mai che il viaggio sia più lungo del previsto, e si preparano alla grande fatica. la regina parte, condottiero orgoglioso e capace, mantenendo con i ferormoni il gruppo compatto (e anche un pò drogato), fino al raggiungimento della meta. vecchia e stanca guarda il suo popolo costruire il palazzo, resta in attesa che tutto sia pronto e si lascia sostituire da una nuova regina giovane, ambiziosa e forte.

se vi capita uno spettacolo gratuito ed emozionante come questo, non spaventatevi: difficile che le api pungano, sono troppo piene di miele e attente al loro lavoro per estrarre il pungilione. anzi, aiutatele, cercate un apicoltore nelle vicinanze: lui sarà l’uomo più felice della terra, e loro non saranno esposte al veleno di qualche furbo.

Annunci

9 pensieri su “Si, sciamare

  1. polly ha detto:

    maddai!
    io domenica me ne andavo in giro per colline e mi sono beccata anch’io una nuvola di api, dietro a una casa abbandonata, dove il donatore si era fermato a fare la pipì…bwahwahwah

    • io devo fare un corso di teatro o trovare uno psichiatra bravo, non posso diventare verde davanti a mia figlia ogni volta che vedo un insetto volante ronzante…

  2. Spettacolo davvero magnifico. Che però preferisco non vedere manco per niente perché basterebbe la puntura di un’ape per mandarmi al creatore causa shock anafilattico.

  3. mogliedaunavita ha detto:

    il racconto mi ha cattuarata, anche io mi sono quasi commossa.
    poso farti da terapeuta sui volatili se mi dai una mano con i topi.

Lascia un segno:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...