Buio in sala! Biglietto n.10

Oggi è mercoledì, questa settimana è cominciata con lo spettacolo della sciamatura, come onorare la rubrica di NxD se non con questo film?

La vita segreta delle api

Non ha certo tutte le sicurezze del mondo la piccola Lily che a 4 anni spara alla madre per errore ed è costretta a passare i seguenti 10 anni con un padre che non le vuole bene e non manca mai di farlo notare. Così quando la misura è colma scappa per intraprendere un viaggio alla scoperta delle proprie radici (sulle orme di uno simile fatto dalla madre) assieme alla sua badante di colore proprio nell’anno della firma della dichiarazione dei diritti civili per gli afroamericani. Ad accoglierla in un nuovo alveo familiare saranno tre sorelle di colore che producono miele, ma nonostante il benessere Lily imparerà che una cosa è firmare un pezzo di carta e una cosa è farlo diventare realtà. (MyMovies)

2009-Un film di Gina Prince-Bythewood. Con Queen Latifah, Dakota Fanning, Jennifer Hudson, Alicia Keys, Sophie Okonedo

Film di donne, per le donne, con delle belle donne e con un paio di brave attrici. Queen Latifah fa la rapper ma ci ha già dato esempio delle sue doti davanti la macchina da presa (e come doppiatrice: avete per caso visto l’Era Glaciale 2 in versione originale?); Alicia Keys splende nella sua bellezza (e diciamo che è calzante nella parte della snob radical chic) ma io direi che dovrebbe continuare a esprimersi nel settore dove ha iniziato; Dakota Fanning non ha ancora vent’anni e il curriculum lungo come quello di Clint Eastwood (è, tra l’altro, la bambina che Tom Cruise si trascinava dietro mentre lottava con i medusoni nella Guerra dei mondi). 

Il film si fa apprezzare per una fotografia dai toni caldi e dai paesaggi rilassanti, la storia è abbastanza americana ma può essere reinterpretata ad personam, e tutto sommato si sviluppa bene toccando diversi punti delicati che riguardano la complessità dei rapporti di coppia, della vita di una mamma e della forza di volontà per prendere le strade giuste. Sullo sfondo gli anni sessanta del secolo scorso, il razzismo americano e Martin Luther King. Insomma: il film è nato per far piangere (ennò da una donna proprio non me lo aspettavo..), per commuovere, per insegnare (?) la storia americana attraverso gli occhi di chi l’ha vissuta. Il mio applauso va al direttore della fotografia e… alle api!

Buona visione!

PS: il libro da cui è tratto il film torna puntualmente nelle mie scelte di lettura, amiche, siti, librerie, ma ancora non ho avuto modo di leggerlo: mi sarò rovinata la sorpresa?

Annunci

7 pensieri su “Buio in sala! Biglietto n.10

  1. Questa descrizione mi ha fatto venire in mente un altro bellissimo film con Whoopi Goldberg e un bambino, ma non ricordo il titolo. 🙂
    Poi, La guerra dei mondi è l’ultimo film “da adulti” che ho visto al cinema e ci andai col mio miglior amico. Me sa che è un pò troppo tempo! 🙂
    Questo film lo cerco. 🙂

  2. mogliedaunavita ha detto:

    l’ho snobbato per preferirgli “viaggio nella vertigine” che mi è piaciuto moltissimo.
    adesso che mi apri gli occhi lo guarderò.
    mercì

Lascia un segno:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...