Buio in sala! Biglietto n.15

Capita a fagiuolo il film che ho visto ieri sera per la rubrica di NxD

The Manchurian candidate

Jonathan Demme si confronta con John Frankenheimer nel remake di Và e uccidi (in originale The Manchurian Candidate) del 1962, per affrontare il tema caldo delle elezioni presidenziali.
Il Capitano dell’esercito degli Stati Uniti Bennet Marco, viene salvato dal Sergente Raymond Shaw da un’imboscata durante la guerra del Golfo in cui perdono la vita due uomini. Shaw, eroe di guerra, prosegue la sua ascesa fino ad arrivare a candidarsi per la vicepresidenza degli Stati Uniti, ma nella mente di Marco, ci sono dei punti oscuri. Lentamente i dubbi affiorano e si delineano le certezze. Complotto? (MyMovies)

Un film di Jonathan Demme. Con Denzel Washington,  Meryl Streep,  Liev Schreiber,  Kimberly Elise.  Thriller, durata 132 min. – USA 2004

Appunti di visione, in ordine sparso (come è giusto, visto che non sono una professionista): c’è un regista blasonatissimo ( Philadelfia, Il silenzio degli innocenti); c’è il fratello di Wolverine che fa (tanto per cambiare) lo schizofrenico bipolare; c’è Meryl Streep che l’affogheresti dopo i primi quindici minuti di film (perfettamente calata nella parte); c’è Denzel che è così flashato che tutta la proiezione sembra un incubo. Per quelle di voi che amano il film horror c’è da stare tranquille che alcuni passaggi fanno saltare sul divano (volevo dire un’altra cosa, ma riguardava il processo di digestione ed espulsione e non mi pareva fine..). Per me che adoro i gialli complicati è un invito a nozze, perchè se ti perdi solo un attimo per fare pipì sei fregata. E poi c’è questa assurdo complotto, e gli esperimenti di lavaggio del cervello, e i calcoli per diventare presidente degli Stati Uniti e quindi di tutto il mondo mondiale: se non fosse già abbastanza assurda la realtà diresti che questo film è praticamente un documentario. Film lunghino, la prima parte un pò psicologica, poi prende ritmo, diventa serrato, la regia ben equilibrata tra flashback e attualità; il finale  non ve lo dico, ma in un blockbuster americano cosa pensate succeda?

Buona visione!

Advertisements

9 thoughts on “Buio in sala! Biglietto n.15

  1. forse non ero concentratissima, forse sono uscita troppe volte a far pipì, ma l’ho trovato pesantissimo: quando si parla di complotti politici in America, mi si attivano le scimmie nel cervello come ad homer simpson.. Per Denzel W è grandioso, facesse anche un documentario sulla vita sessuale dei lamellibranchi 🙂

  2. mogliedaunavita ha detto:

    mi lo sono postdatato. troppo sonno per goderne. ma mi fido se dici che merita. io mi sono guardata fra gli sbadigli generazione 1000 euro e pensavo peggio. molto peggio.

Lascia un segno:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...