Angeli e diavoli

Due chiacchiere con una coetanea, madre di un maschietto di sei anni, lavoratrice.

Io “Se dovessi ascoltare quello che mi dice il cuore, ne farei altri due di figli: mi sembra di essere migliorata da quando ho la Gioppina”

Lei “Lo sai cosa ti dico? Non credo proprio che mio figlio avrà qualche fratello, io sono egoista, non riesco a barcamenarmi con le esigenze di uno, figurati se riesco a incastrarmi con due figli. Io alle mie necessità non ce la faccio a rinunciare, che sia l’estetista, o solo la voglia di andare a fare una passeggiata da sola. Lo so che sono scorretta, e in tanti mi caricano, ma è l’unica cosa che mi viene da dire”

Apprezzo l’onestà. Ma è così difficile riuscire a ritagliare un pezzo di sè per fare spazio a qualcun altro?

D’altra parte, mi girano le balle a sapere che qualcuno vive meglio di me, senza paranoie e sensi di colpa. Lo dico sul serio: io certi giorni vorrei essere da sola. Ecco l’ho detto. (poi mi pento perchè scripta manent…)