Angeli e diavoli

Due chiacchiere con una coetanea, madre di un maschietto di sei anni, lavoratrice.

Io “Se dovessi ascoltare quello che mi dice il cuore, ne farei altri due di figli: mi sembra di essere migliorata da quando ho la Gioppina”

Lei “Lo sai cosa ti dico? Non credo proprio che mio figlio avrà qualche fratello, io sono egoista, non riesco a barcamenarmi con le esigenze di uno, figurati se riesco a incastrarmi con due figli. Io alle mie necessità non ce la faccio a rinunciare, che sia l’estetista, o solo la voglia di andare a fare una passeggiata da sola. Lo so che sono scorretta, e in tanti mi caricano, ma è l’unica cosa che mi viene da dire”

Apprezzo l’onestà. Ma è così difficile riuscire a ritagliare un pezzo di sè per fare spazio a qualcun altro?

D’altra parte, mi girano le balle a sapere che qualcuno vive meglio di me, senza paranoie e sensi di colpa. Lo dico sul serio: io certi giorni vorrei essere da sola. Ecco l’ho detto. (poi mi pento perchè scripta manent…)

12 thoughts on “Angeli e diavoli

  1. Ok, faccio outing pure io.
    Volevo due figli, ma ora non lo so più.
    Cioè…se succedesse sarei felicissima, ma cercarlo…no.
    Perchè anche io sono egoista.
    Forse perchè Belvetta non è mai stata una bimba facile, ha sempre chiesto tantissimo…e sempre a me…ma al momento no, ho smesso di insistere con mio marito.
    Se arrivasse e mi dicesse “Facciamolo” so che direi di sì, ma chiederlo io ho smesso.

  2. @mct io sono certa che ad essere onesti non si sbaglia mai (come sono anche certa che “fanculo” cosa pensano gli altri 🙂
    @pata voglio la firma col sangue!

  3. Comunque anch’io da quando è nata la PM mi sono resa conto di essere una grandissima egoista. Mi son resa conto che gli spazi per me che avevo prima volevo continuare ad averli, ad ogni costo.
    E guarda, che – estetista a parte, che quant’è che non mi vede – è possibilissimo continuare ad averli, quegli spazi. Con un minimo di organizzazione (e se riesco ad organizzarmi io…) e qualcuno che ti conosca per come sei davvero e per le cose di cui hai davvero bisogno.
    Anch’io a volte sento di aver bisogno di quei momenti di solitudine. Per fare un giro da sola a piedi, col mio passo. Per guardare il cielo. Per stare sola. Sola.
    Ma il modo di esserlo si trova, se si vuole. Stanne certa.

  4. polly ha detto:

    ti quoto in pieno: se guardo a quanto più senso ha la mia vita da quando sono mamma, di figli ne farei altri due (con lo spirito santo, ovviamente).
    però poi uno ci pensa, ci pensa, ci pensa, e arriva alla conclusione che ricominciare a svegliarmi tutte le notti, bè, sarei matta se me l’andassi a cercare.
    Però, detto tra noi, la ricerca e il desiderio non sono essenziali per fare un figlio. Spesso capita. Io sono capitata. Devo la mia vita a un “errore” di due matti, pensa un po’.

  5. quando ho avuto la prima figlia mi sono sentita depressa soprattutto per le esigenze della creatura che mi toglievano tutto, ma dico proprio tutto, il tempo per me. Non ne avevo più molto manco per dormire, non ne avevo per fare l’amore con mio marito, non ne avevo manco per fare pipì. Però non volevo crescerla sola. E quando è nata Elena, un angelo di bimba (cfr Hogg), ho finalmente rielaborato il brutto periodo della prima maternità. Ho avuto i miei spazi, ho imparato a gestire il tempo per prendermeli, perchè, cacchio, anche io sono una grande egoista e non è per l’estetista, è per me e mio marito, per me e il mio lavoro, è per me che voglio leggere due righe in santa pace o vedermi un film o mangiare ungelato senza dover tenere qualcuno in braccio. Senza la seconda figlia non avrei fatto pace con me stessa. Detto ciò, ammetto che con la prima ho fatto una fatica nera, non accettavo di essere io l’unico essere umano di cui potesse avere bisogno mia figlia. Carogna la depressione…

    • mogliedaunavita ha detto:

      ve lo dice una che ne ha uno solo e non può più, uno è poco. io sono rinata con figlio. nonostante il primi tre anni da incubo. ho iniziato ad amare anche me con lui. ma è normale aver bisogno di se stessi e per quanto io contesti l’assenza di pà, quando c’è sbuffo assai. al mare, un mese, col piccolo che dormiva 4 ore il pome era una meraviglia. nei primi anni ero la tata della spiaggia, poi sono diventata la casa della spiaggia, ma i miei spazi grandi sempre.
      @polepole ho letto PM e ho pensato pasta madre. son mica normale! 😉

    • anch’io non riuscivo ad accettare l’idea che la PM dipendesse TOTALMENTE da me. Ed è stato difficile trovare tempo ma… ci sono riuscita quando ne ho avuto meno, quando son tornata al lavoro e le cose hanno ripreso un loro equilibrio. Allora sì che ho imparato a gestire spazi e confini… 🙂

  6. @silviamoglie grazie per la condivisione
    @mtorino mi piace l’idea di trovare una rivincita con il secondo figlio
    @ruben mi piacerebbe sapere se il punto di vista maschile sia lo stesso di quello delle madri, in quanto a prendersi i propri spazi

  7. @polly non ci avevo pensato all’impossibilità di scegliere, in realtà il problema non cambia: come si può conciliare sè stesse e gli altri?
    @pole e tutti: sarà che l’egoismo di cui parliamo è sacrosanto per sopravvivere? voglio dire: è giusto e necessario annullarsi per chi hai a fianco (figli o compagni)?

    • @ Lu: né giusto né necessario. Anzi, non credo di essere l’unica a pensare che annullarsi è la cosa peggiore che si possa fare. Finisce che davvero non esisti più, né per te stessa né per gli altri.
      E lo so che è lapalissiano affermarlo ma è così.
      Egoismo è voler vivere per se stesse, voler fare amare ridere.
      Egoismo è pensare al pranzo degli altri e poi scappare in città da sola a visitare un museo perché ti va.
      Egoismo è prenotare il tuo biglietto per quel concerto, perché tu lo ami, quel cantante. E tua figlia così avrà una serata indimenticabile da passare con suo padre.
      Egoismo è “oggi non vado al lavoro ma fate come se non ci fossi”

      Ma è egoismo sano e maturo, questo. E per essere davvero felici è indispensabile, a mio parere.

Lascia un segno:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...