Foto d’estate: un gelato.

Davanti alla gelateria che va più di moda in questo agosto, il fratello del proprietario e un cliente di passaggio. Uno dei due è un autoctono esportato a Milano, l’altro è Milanese e si vede chiaramente che non vuole rotture di balle.

Il compaesano: “Si, ora parto che domattina di sicuro mi toccherà anticipare l’arrivo in ufficio. Con l’abbassamento del rating del debito Usa ci sarà il delirio…Devo essere l’unico pistola che si fa tutto agosto a Milano: era già vuota ieri, figuriamoci i prossimi giorni”

L’altro “Beh, Milano vuota è l’unico modo per poterci stare…”

“Guarda non saprei, dipende da come la guardi: io proprio mi deprimo. Io ultimamente sono in un periodo di delirio con queste altalene economiche, sai lavoro per una agenzia di informazioni e durante la giornata è sempre un delirio. Tu che lavoro fai?”

L’altro spara un nome di azienda pubblica pazzesca, che tutti quelli che hanno sentito hanno abbassato il capo e si sono fatti piccoli, figuriamoci l’esperto.

“Eh si: dipende proprio da come la guardi Milano…”

Questi siparietti qui da me sono all’ordine del giorno: il giovane rampante locale esportato nella grande città, il turista che scappa dalla grande città, l’esaltazione di doversi affermare anche nelle chiacchiere con un perfetto estraneo, la modestia e il basso profilo di chi conta veramente, la curiosità di chi si sta rilassando e ha del tempo da perdere, la pedanteria di chi parla ad alta voce, i bermuda firmati, i bambini educati. La mia mente viaggia e cado subito nel mio tranello: penso alla Gioppina, e al futuro che l’aspetta. All’università, al lavoro, alla sua famiglia: i viaggi, le lingue, le soddisfazioni.

Guardo il socio che ha ascoltato come me, e lui mi sorride: di sicuro non ha fatto i viaggi mentali che ho fatto io, ma sono certa che sta pensando a Milano d’estate….

3 thoughts on “Foto d’estate: un gelato.

  1. the pellons' mother ha detto:

    Milano, d’agosto, la amo. Ok, la amo sempre. E la odio sempre. Ad agosto la amo più che odio. Non so se è chiaro insomma.

Lascia un segno:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...