I mie primi quaranta: freez me

So preparare benissimo le valigie. Ho una casa mia. Ho un lavoro. Sono una ex atleta, ex moglie, ex di sinistra. Ho letto Il giovane Holden, La trilogia della città di K, La moglie dell’uomo che viaggiava nel tempo; non ho finito Il pasto nudo, non mi è piaciuto Il profumo. Film preferito Blade Runner, rivedrei ancora Chocolat. Tra mare e montagna non ci penso nemmeno: il primo. Blu e toni del blu. Non faccio programmi, ma senza avere idea di quello che faccio entro i prossimi giorni sto male. La mia scuola è la Gioppina. Il socio mi ha insegnato a condividere. Dovrei: comprare una macchina nuova, perdere altri quattro chili, imparare a fotografare, vedere gli Stati Uniti. Vorrei: che mia figlia viaggiasse. Andrei: a cercare un ibisco giallo.

Questa sono io a quarant’anni: buon compleanno a me.

PS: sono felice!