Buio in sala! Biglietto n.21

La scorsa settimana ho perso l’appuntamento con la rubrica di NxD, un pò perchè la tv è diventata un soprammobile, un pò perchè ero in un momento di delirio e pessimismo universale, quindi questo mercoledì non voglio mancare.

Vi avviso che sarà un post un pò così, perchè il film di cui parlo è un pò così. Farò una recensione professionale e asettica, livellata e comparata.

Anzi, farò una cosa molto originale: pubblicherò una recensione senza titolo. Però alla fine del post metterò una citazione, così chi ne ha voglia potrà partecipare ad un piccolo contest (senza classifica, senza premio, senza Siae e senza notaio, tiè)

Inizio: causa nuovo nato una coppia non fa sesso da mesi. Parallelamente: tre ggiovani che vivono nello stesso appartamento si scambiano i loro punti di vista sull’amore sesso (e le morose, se le scambiano intendo). Nel frattempo: moglie becca marito che si tromba l’amante sul tavolo di casa. Altra immagine: rampante maschio italico colleziona perizomi da tutto il mondo (no acquisti on line, materiale fornito dalle utilizzatrici).

(Pausa birra: ho scritto un paio di post, ho steso la lavatrice, ho fatto pipì. Presumo che il film sia andato avanti)

Verso la fine: dopo il tradimento il neopapà viene perdonato dalla moglie, che nel frattempo è stata convinta dall’amante del marito (una pallavolista: non colgo il nesso essendolo stata ;-). I baldi ggiovani di cui sopra si rendono conto che la promiscuità non è un valore. Lo scopatore seriale si innamora della vicina di casa, frikkettona e frigida (cit). La signora quarantenne (ma dove vivono quelli, io ho qarant’anni e non sono così) si fa una ragione del tempo che passa e finisce con un suo vecchio amico.

Li ho messi tutti i personaggi? Non saprei, e nemmeno me ne frega. Il film fa cagare certo si libera del suo abito educato e dà via libera alla comicità dei doppi sensi a oltranza (cito MyMovies, che deve avere un baco nel server…). La cosa impressionante è come fior di attori abbiano potuto accettare una sceneggiatura così mediocre noiosa lineare e  piatta stereotipata basica.

Avete indovinato?

Ok ok, vi aiuto con la citazione:

Spero tanto che Dio sia femmina e, quando voi maschi arrivate in Paradiso, vi faccia a tutti quanti un culo così!

10 thoughts on “Buio in sala! Biglietto n.21

  1. La recensione è strepitosa!!! Il film l’ho visto: il cast era di tutto rispetto (ma hanno fatto decisamente di meglio) e avevo bisogno di “leggerezza”!

Lascia un segno:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...