I have a dream #2eurox10leggi

E’ stata una rivelazione quel tweet quel giorno. E siccome io non mi faccio di peyote credo che tutto ciò sia concretamente un sogno da poter realizzare.

Qui non si tratta di femminismo, di galline isteriche che non sanno come impegnare i pomeriggi, o signore che anelano ad un pò di notorietà (ce ne sono in giro, fidatevi): l’iniziativa  a cui mi riferisco è una proposta concreta che un gruppo di donne fanno alla politica, in un periodo storico in cui per farsi sentire bisogna comprare la pagina di un giornale (potete trovare tutte le informazioni qui o su twitter con ashtag #2eurox10leggi).

Allora mettiamo il banner (ce l’ho anche io li a sinistra, lo trovate sul sito) spargiamo la voce, anche se non siamo femministe, anche e soprattuto gli uomini: perchè quelle proposte sono semplici regole di buon senso civico e sociale che hanno un obiettivo trasversale. E se possiamo mettiamo due euro, lasciamo che quella cifra diventi simbolo di una vera rivoluzione dal basso. Muoviamoci, facciamo qualcosa.