Canta che ti passa (e guardati Glee)

Confesso alla rete tutta, i blogger e chi legge questo mio giornale ineditoriale, che oramai dall’anno scorso sono inesorabilmente drogata di Glee.

Veramente ho cominciato dalla prima stagione su Fox, solo che sono arrivata a metà della serie (vi giuro che poi ho recuperato in streaming, quindi so tutto…); solo che il primo anno non avevo capito che sta cosa mi avrebbe portato alla dipendenza (anche se conosco qualcuno che è molto più avanti di me in questo…). Questo mese è cominciata la terza stagione, e davvero non ho più freni.

Se non sono in casa il martedì me lo registro, e poi me lo riguardo i giorni successivi ad ore improbabili, perchè tanto il socio è difficile da convincere; perciò potreste trovarmi alle due di notte soffocata dal plaid a cantare Mariaaaaaaa di West Side Story, oppure durante un pomeriggio in cui costringo la Gioppina a fare altro mentre ballo un vecchio pezzo di Britney Spears.

Lo so lo so, tutto questo è molto trash e poco creativo, ma…che me fregaaaa! Tra l’altro mi sono chiesta spesso perchè mi piace questa serie, e mica ho trovato ancora la risposta (bipolare dentro e fuori): è il classico telefilm americano sulla scuola, specificatamente sul gruppo di canto e ballo che un professore ha creato per fare qualcosa con i suoi ragazzi, che sono ovviamente quelli meno popolari dell’istituto.

Magari è perchè ci sono questi attori sconosciuti, carini quanto basta, bravissimi a cantare, sfigati su tutta la linea. Ecco, forse la sfiga è quella che mi ha conquistato, quelle storie di gente normale (americani, quindi prendete le giuste misure con normale..) che prova a sbattersi per raggiungere gli obiettivi: certe volte ce la fanno, certe altre no.

Oppure è solo la voglia di mettersi davanti alla tv e non pensare a una cippalippa, guardare quello che fanno e sentire spesso delle versioni nuove di canzoni famose, cantate da quelle bellissime voci, e smuovere il culo ai ritmi più dance.

Mi torna in mente quando guardavo Saranno Famosi da piccola (vabbè piccola, ero già adolescente..), sono sicura che il telefilm, il primo quello con Bruno e Doris, ve lo ricordate tutti, perlomeno chi è attorno ai quaranta; quanto mi piaceva, come ballavano, come cantavano, i professori: quella era la mia scuola ideale, e detto di sti tempi potrebbe calzare ancora a pennello. Io sognavo di andare a fare le audizioni per entrare, io che sono stonata come una campana e in quanto a leggiadria da danza classica somiglio più alla poltrona del teatro che a una ballerina.

Insomma sognare è bello, è gratis e non ingrassa. Io continuo a guardare Glee, con l’orgoglio della bassa popolare.

*Il post di oggi va sulla rubrica di NxD, se mi vogliono…

18 thoughts on “Canta che ti passa (e guardati Glee)

  1. anna ha detto:

    Saranno famosi….
    hai scritto la parola magica!
    noi, snobbissimi del liceo classico, ci eravamo pure dati i nomi dei personaggi…
    lo riguardarei anche domani…

  2. pussola ha detto:

    Ehm ehm, “modestamente” (ma ci sarà di cui vantarsi poi?) io sono quella che ne sa di più e che è messa peggio di te!!😀
    Io lo guardo perchè ho una grande, immensa passione per il musical.
    E i protagonisti del telefilm sono si, carini, bravi a cantare ecc…ma sono soprattutto, grandi attori di musical a Broadway.
    Per cui per me, che sogno da sempre di poter vedere almeno un musical da quelle parti, ritrovarmi a guardare in tv il protagonista originale di Hairspray (ovvero il prof…), o il mio idolo da una vita, Idina Menzel (la mamma di Rachel, la Maureen di Rent, la Elphaba di Wickeeeeeed….fermatemi!!!) è un po’ come sognare.
    Se poi siete fuori come me, capita anche di prendere un aereo per Londra solo e soltanto per andare a sentire in concerto la signora Menzel di cui sopra…(anche se mi è spiaciuto assai che non si sia portata dietro anche quel gran figliolo del marito…)🙂

  3. Ma sbaglio o il tuo blog è tutto diverso?
    Non conosco Glee, manco mai sentita. Saranno famosi me lo ricordo eccome: avevo una passione per Jesse Velasquez (si scrive così? boh!)🙂

  4. Glee l’ho visto una volta ma non mi piace. Sono in dipendenza da un altro telefilm… ma farò coming out a tempo debito (che significa che adesso mi vergogno!)

  5. il signor p non vuole proprio farmelo guardare, non c’è storia. Io da sola a casa non sono mai e non ho modo di vederlo altrimenti…insomma, non è cosa, ma muoio di curiosità. Soprattutto perchè le canzoni invece le ho sentite e questi sono davvero bravi! Per quanto riguarda Fame, be’ cara, quelli sì che erano tempi!! Vogliamo parlare di Danny Amatullo e Leroy?????????🙂

  6. Tra una cosa e l’altra Glee non sono mai riuscita a vederlo… ma anche io, per quanto ancora lontanissima (😀😀😀 ) dai quaranta, sono cresciuta a pane e Saranno Famosi!!! Mamma che mi hai fatto ricordare!! (tra l’altro un paio di anni fa, d’estate, hanno ritrasmesso le prime puntate, quelle con Bruno, Amatullo, Doris etc, e ‘ndovina un po’! Si erano appassionati anche i bambini!)

Lascia un segno:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...