Dimensionami il ciclo d’istruzione: sulla scuola

Lo sapete cos’è il dimensionamento scolastico? E’ un piano che il comune deve adottare per raggiungere gli obbiettivi della legge 111 di quest’anno, che all’articolo 19 recita

per garantire un processo di continuità didattica nell’ambito dello stesso ciclo di istruzione, dall’anno scolastico 2011-2012 la scuola dell’infanzia, la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado sono aggregate in istituti comprensivi (…) costituiti con almeno 1000 alunni.

posto che oramai il termine di questo anno scolastico è stato allegramente superato e verrà prorogato all’anno prossimo,

ammesso e non concesso che la legge vada verso una razionalizzazione effettiva delle sinergie,

visto che alcune regioni hanno fatto ricorso alla Corte Costituzionale e ci sono alte probabilità che venga accolto e che la legge vada in camporella,

se e quando riuscirò a capire come verrà attuato il piano comunale che mi riguarda visto che la gioppina ha cinque anni e a gennaio la devo “vincolare” per i suoi prossimi otto anni,

 io mi chiedo:

ma che cazzo vogliono le segretarie, che protestano perchè i nuovi uffici non hanno l’aria condizionata?

Stasera vado al consiglio d’Istituto e poi vi dico: intanto affilo la lingua.

3 thoughts on “Dimensionami il ciclo d’istruzione: sulla scuola

  1. cara Lucia, in veste di addetta ai lavori, sono d’accordo con te: le segretarie si lamentano sempre e solo, questo però solo perchè per tua fortuna non hai avuto incontri ravvicinati con gli uffici scolastici della tua città. Lì, tra provveditore, impiegati, amministrativi e non so chi altro, c’è davvero un che di scandaloso. E cerco di fare la signora, perchè avrei bisogno di sciaquarmi parecchio la bocca al riguardo. Quindi, va’, falcia serena!🙂

  2. Affila i coltelli oltre alla lingua!
    Non consoco bene il “mondo scolastico” se non dalle notizie e dalle proposte di legge raccapriccianti che leggo, quello che posso dire è “L’indole al lamento” è abbastanza comune e non tocca solo le segrtarie…io lavoro in ufficio , al caldo, faccio un lavoro che mi piace , cerco di farlo bene , esco alle 17:00 tutti i gironi, il sabato faccio festa e il mio stipendio è decente.
    CHE HO DA LAMENTARMI?? Niente tutt’altro….. Ma dovreste sentire alcune mie colleghe/colleghi…. e fa freddo, e sono stanche di testa, e sono stressate, e non ce la fanno a fare questo e quello.. e “io il lavoro me lo porto a casa e con cervello non stacco mai”… un vergogna….
    Vedo che qiesto post è di qualche giorno fà, spero sia andato tutto bene e tu li abbia “fatti neri”!
    Buona giornata,
    Silvia

Lascia un segno:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...