Po(liti)ca metafisica

ho pensato che per scrivere di politica qui devo andare di corsa, perchè sennò i concetti mi sfuggono che non sono molto ferrata-metto giù gli appunti sui giorni che sto vivendo, che a me sembrano storici ma forse è solo per la necessità di crederli storici, solo quando apri la finestra ti accorgi di quanto puzzasse l’aria dentro la stanza-c’è un nuovo presidente del consiglio, che ieri ha accettato di formare un governo con i ministri tecnici- significa che i ministri non sono politici (che poi mi chiedo cosa possa voler dire, visto che una legge, un decreto, una riforma sono chiare espressioni politiche, e che dentro al parlamento che approva le leggi ci sono i rappresentanti politici da noi votati)-le persone che sono state chiamate a governarci e a trovare le soluzioni per questo brutto periodo sono professionisti del loro settore, conoscono la materia di cui dovranno occuparsi, hanno curriculum lunghi quanto quella carta igienica che corre, hanno il riscontro internazionale che si chiede ad un ottimo manager: il fatto che non fossimo abituati a questo non significa che tutto ciò sia la creazione di harry potter- i ministri non sono giovani (echissenefrega, ho sentito un gruppo di ggiovani in tv parlare con frasi fatte, concetti vecchi, discorsi imboccati da altri)-le donne ministre hanno le palle e stanno dentro ministeri con le palle (ecco, appunto, la lotta di genere: io il femminismo non lo sopporto)- ieri sono stata tutto il giorno ad aspettare che uscisse la lista, non è mai successo che mi interessassi così tanto di politica- ieri su twitter i giornalisti de noantri, i tuttologi, i famosi pallisti di cui vi parlo sempre, quelli con una preparazione da wikipedia che si spacciano per esperti, si sono sprecati in commenti, previsioni, approfondimenti: mi sembrava di vedere porta a porta-io  sto sui social per andare avanti, non per tornare indietro-c’è da dire però che solo tu twitter sono riuscita a leggere il nome del ministro dell’istruzione molto prima che uscisse la lista- ieri la notizia che passera abbia una moglie molto bella è spuntata in tv: ce n’è di strada da fare per uscire dal berlusconismo-mi chiedo se davvero ci siano i margini per una spinta verso l’alto, ho una paura cane di non vedere ancora la luce (poi la risposta viene da se, che qui c’è solo da migliorare…)-riparto con l’ansia e aspetto il programma di questo nuovo governo, aspetto di vedere cosa dice l’europa (non merkosy, i nostri clienti)- bon, noi ai sacrifici siamo abituati, adesso fateci vedere che servono- due giorni fa ho pagato l’elettrauto 290€, lui caro mi ha voluto i soldi sull’unghia, la richiesta di emissione di titoli a 10 anni non ha funzionato-

4 thoughts on “Po(liti)ca metafisica

Lascia un segno:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...