Andata e ritorno

Che giorno è oggi?

Con questo ponte ho perso il conto..Mercoledì. Allora significa che lunedì ho saltato la rubrica di musica: potrei mettere lo stesso un suggerimento alla fine del post, da cantare a squarciagola mentre si va in macchina.

In effetti di macchina ne abbiamo fatta tanta durante questo fine settimana lunghissimo, partire per le coste della riviera di Ponente dal mio mare marchigiano comporta molte ore di viaggio, e in quelle dieci ore (A/R) di musica ne abbiamo sentita abbastanza (a parte il solito cd della Pausini obbligato dalla figlia, oramai consumato e sicuramente da me odiato).

Ritrovare i colori, le colline, il mare ghiacciato. Riempirsi di fugassa e di pesto, stizzirsi con le antipatie storiche, sorridere insieme agli amici “del mare”.

Riuscire ad entrare dentro un agglomerato sociale che ha radici nell’adolescenza di quattro amici maschi non è facile, si sa che le mogli solitamente rompono i maroni gli equilibri, avere dei figli disturba i vecchi aneddoti. Nel nostro caso invece mi ritrovo dentro un bel gruppo, uomini leggeri e donne intelligenti, capaci di far passare le ore in maniera divertente e interessante. Mi fa piacere avere punti di riferimento anche in trasferta, e non me lo sarei aspettato da me, che sono quella “non facciamo programmi perchè non ho voglia di correre” soprattutto in vacanza non ho voglia di alterarmi con il menefreghismo e lo scarso rispetto della gente; ho trovato nella compagnia di queste persone il giusto mix di organizzazione e take-it-easy giusto per le mie esigenze.

Bello avere a che fare con persone nuove, scoprire i difetti che per me sono tanto più interessanti dei pregi: vorrei saper scrivere pagine e pagine di ritratti, non ne sono capace, ma forse qualche volta ci proverò, intanto elaboro.

Poi sporadicamente mi arrivano delle botte di realtà paurose, sul fatto che la Gioppina cresca veloce come un treno, ovvero ci sono occasioni in cui mi sorprendo a realizzare quanto sia indipendente, quanto abbia formato un suo carattere e un suo gusto personale; alcuni momenti (soprattutto nelle dinamiche relative al rapporto con gli altri) ho chiara la visione della donna che sarà da grande, una sua espressione o una reazione mi fanno fermare a riflettere sulle grandiose differenze che ci dividono e sulle somiglianze caratteriali. E (tanto per cambiare) mi assalgono mille dubbi sul mio comportamento nei suoi confronti, sulla giusta via da seguire, sull’equilibrio di una presenza materna importante.  So che l’esempio di una madre socievole, egocentrica, irruente può dare molto in termini di curiosità e stimolo, ma spesso mi chiedo se non sia troppo invadente una figura di questo tipo, se non crei falsi miti da seguire difficili da equiparare.

Dicevamo che è mercoledì, quindi manca poco di nuovo alla fine della settimana. Sono sfasatissima, il mal di gola (regalino della pioggia ligure) non aiuta a rimanere lucidi. Questo mese di maggio sarà denso, e come ogni periodo pieno volerà inun attimo. Argh, ho un sacco di cose da fare, da scrivere, da proporre. Vado.

Ma vedrete che presto ritorno: è una minaccia.

This life is shining more forever in the sun
Now let us check our heads And let us check the surf

On air: 

Annunci

4 thoughts on “Andata e ritorno

  1. mi sono inchiodata a leggere cd della pausini e mi sono sentita male per un attimo…
    per il resto pure io mi faccio di queste paranoie con i miei figli, anche se al momento la mia paura più grande è non riuscire a cogliere i loro talenti!

    • Credo che per il talenti abbiamo poco da fare: verranno fuori da soli con irruenza. Per quanto riguarda il cd, potrei sempre regalartelo sai… 😀

Lascia un segno:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...