Thànatos non è un film

Mi è arrivata ieri la notizia della morte di un ragazzo che conosco, di pochi anni più grande di me: si è svegliato la mattina, si è lamentato di un mal di testa, puff, andato, secco, finito.

Non riesco a dirlo con più tatto o dolcezza, è complicato ammorbidire un cazzotto nella bocca dello stomaco: voi come fate? Come si formano le parole nella vostra testa?

Fai la tua vita, ti arrabatti nelle tue cose, un giorno fai la fila in posta, il giorno dopo sei terra da concime. Io, per me, ci metterei la firma. Io. Continua a leggere

Annunci