Considerazioni alternativamente digitali: gli europei di calcio e il social family day di #mammacheblog

Sono giorni un pò carichi questi.

La ragioniera fino almeno a metà mese ha obblighi imprescindibili, la millantata scrittrice è relegata in secondo piano (oppure ad ore troppo piccole per essere raccontate).

Al contrario di altri io non metto mai post in una cartella “incompiuti” nell’attesa di sistemarli, o che diventino completi: io quando ho un pò di tempo scrivo. Questo è il motivo per cui spesso dei miei pezzi non si capisce un tubo. Ho una scrittura fusion (la base della quale è: sono fusion io stessa). Anche adesso avrei da dire una marea di cose, ma scrivo di fretta, non ho tempo, i pensieri si accavallano e devo riepilogarli per sommi capi.

Continua a leggere

Annunci