Soli

Lo scrittore stempera in dieci pagine quel che dovrebbe esser raccolto in uno sguardo.

Due sole vere infelicità ha la vita, per coloro sui quali la natura esercita la sua feroce ingiustizia: la bruttezza e la vecchiaia, soggette al disprezzo e allo scherno, della bellezza e della gioventù.

Ogni vero umorista è un critico di se stesso. (L. Pirandello, 1908)