Una storia buffa

Questa storia me l’ha raccontata un signore tanto tempo fa, mentre aspettavo alla fermata del 6 barrato; pioveva e dalla  pensilina bucata passava qualche goccia gelata e il bianco delle nuvole.

Stavo pensando che alcune volte il colore fucsia ha un odore troppo forte e quando l’ometto si è seduto nemmeno me ne sono accorta.

“C’è vento oggi, chissà come si vola bene”. Lì per lì mi sono spaventata, la voce mi sembrava un po’ verdastra, una specie di kiwi troppo maturo, poi quando l’ho guardato negli occhi ho sorriso: li aveva dello stesso colore di nonno Davide, pungenti e celesti. Continua a leggere