Quelli che…in Vaticano

Ci siamo, ci siamo: oggi 12 marzo è la data di inizio del Conclave.

Tutti i Cardinali elettori saranno infusi dello Spirito Santo con la Messa pro eligendo delle 10 a San Pietro (siete ancora in tempo, qualche biglietto è rimasto ma non fidatevi dei bagarini)

Comunicato Messa pro eligendo pontifice

Martedì 12 marzo 2013, alle ore 10, nella Basilica Vaticana, secondo quanto disposto dalla Congregazione generale dei Cardinali, sarà celebrata la Santa Messa «per l’elezione del Romano Pontefice».

La Messa sarà celebrata dal Signor Cardinale Angelo Sodano, Decano del Collegio Cardinalizio. Potranno concelebrare tutti i Signori Cardinali.

Gli Em.mi Cardinali che concelebrano, indossando la veste rossa, il rocchetto e la mozzetta e portando con sé la mitra bianca damascata, sono pregati di trovarsi per le ore 9.30 nella Cappella di San Sebastiano, per rivestire le vesti sacre.

* * *

Tutti coloro che, in conformità al Motu Proprio “Pontificalis Domus”, compongono la Cappella Pontificia e desiderano partecipare alla Santa Messa, sono pregati di trovarsi per le ore 9.30, presso l’altare della Confessione della Basilica Vaticana, per occupare il posto che verrà loro indicato dai cerimonieri pontifici.

Quanto all’abito vorranno attenersi alle seguenti indicazioni:

– i Signori Cardinali, i Patriarchi, gli Arcivescovi e i Vescovi: sulla veste propria indosseranno il rocchetto, la mozzetta e la berretta;

– gli Abati e i Religiosi: l’abito corale;

– i Prelati: il rocchetto e la mantelletta, o la cotta, sopra la veste paonazza con fascia paonazza, a seconda del proprio grado;

– i Cappellani di Sua Santità: la cotta sopra la talare filettata con fascia paonazza;

– i Parroci di Roma: la cotta e la stola rossa sopra la talare nera.

Città del Vaticano, 9 marzo 2013.

E non sgarrate, che non vale mettere i tacchi sotto la cotta, oppure un codino nascosto dalla mozzetta.

Pranzo veloce, caffè e sigaretta: poi per l’ora della merenda tutti dentro la Cappella Sistina per il giuramento (prometto di fare il bravo, di non mettere le dita nel naso, di non tirare i gessi dalla finestra, ecc). Poi l’extra omnes (fuori tutti gli uomini): il voto è segreto si sa e chi non è elettore se ne faccia una ragione.

Da li porte chiuse (conclave, cum clave, con la chiave, butta la chiave).

Due fumate al giorno, alle 10 e alle 19, in attesa di quelle bianca e Habemus Papam. 

Volete i contatti social dei diretti interessati? Guardatevi Wired, brutti nerd senza speranza dribblati dalla fede. Tanto non possono tuittare, la Sistina è schermata -gnè gnè-

Il prossimo post sarà sul toto Papa: state connessi.

Gli altri post di avvicinamento al Conclave sono qui e qui: fatevi due risate.

5 thoughts on “Quelli che…in Vaticano

Lascia un segno:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...