Training per social life (fuori e dentro il web) #mammacheblog

Va bene, ho tutto sotto controllo.

Io non sono una persona che fa un lavoro in cui giro, faccio cose e vedo gente. Faccio la ragioniera, il massimo di vita social/lavorativa che posso avere è un appuntamento in ufficio col commercialista, la visita del fornitore di cancelleria oppure qualche bestemmia in posta.

Però ho anche una vita social duepuntozero, che mi porta a conoscere gente in modo virtuale (gente che mi conosce, il che non è così scontato leggete l’articolo di Domitilla)

Queste conoscenze ogni tanto si trasformano anche in amici in ciccia (share the love). Una di queste occasioni è il Social Family Day, un raduno di mamme blogger che si fa una volta all’anno -no, non sono mamma blogger e non so come possa essere calzante la mia partecipazione, però ho già partecipato e ancora parteciperò: ha un’organizzazione fantastica, ci sono persone interessanti, mi si mettono in moto le rotelline: mi sembra abbastanza. A cosa mi porterà tutto questo non lo so, però c’ho ragione. Fine del periodo compreso tra due trattini-

Domani è venerdì e di mattina presto ho il treno per Milano. Per arrivare a questo risultato le procedure corrette da seguire sono:

– diventare la stalker di un’ amica blogger, che alla fine pur di liberarsi di te acconsente a farti dormire a casa sua. Anche se non ti ha mai visto (questa cosa mi era già successa in altre occasioni, di trovare persone generose per il pernottamento, ma poi non avevo mai quagliato. Venerdì si, dormo da una blogger, una figa, ma quanto sono fortunata? Me la tirerò per mesi)

-diventare la stalker di un’amica blogger, fighissima, conoscere il suo amore e poi abbandonarla (sono stronza, embè:  faccio da contraltare elevando la generosità della controparte)

-prenotare i treni due mesi fa, convinta di poter utilizzare Frecciarossa; controllare gli orari che non corrispondono, prenotare due viaggi di andata in due giorni diversi, un viaggio di ritorno, muoversi con Frecciabianca perchè gli orari non corrispondono (l’avevo già detto?)

-registrarsi per una Class a cui arriverò tardi e che è quella che più mi piace in assoluto (Scurati perdonami perchè non so quello che faccio…)

-cadere dalla sedia per un invito improvviso (che devo ancora comprendere a fondo)

-scapicollarmi da mia sorella (che si vanta di avere soluzioni creative e immediate) per inventare un outfit degno, che non mi faccia sembrare un trans e che esalti i miei meravigliosi occhioni azzurri (flap flap)

-radunare degli abiti che servano in due giorni con sfondo meteorologico opposto: venerdì sole e caldo (viaggio di andata-seminari-cena) sabato vento e pioggia (networking-pranzo-viaggio di ritorno)

-elaborare in un paio di giorni una teoria di fisica quantistica che riduca il peso di una valigia da 56kg in circa un paio di etti

-recuperare gli uncinetti per le lezioni di social-crochet and knitting (machimelofafare)

-istituire un angolo in casa con il cambio abito della figlia per due giorni (e uno stimolante a base di erbe per quello grande)

Tutto questo, in attesa di una nipote che potrebbe arrivare all’improvviso. No, dai, mica sono robe complicate. E’ tutto sotto controllo. Ciao.

13 thoughts on “Training per social life (fuori e dentro il web) #mammacheblog

  1. Sotto controllissimo! Io ogni volta che mio marito dice “Pioverà!” o “Ida ha la tosse” come se fossero sciagure ingestibili lontano dal Po mi chiedo machimelohafattofarediportarlo.
    Poi però penso che gli fa bene socialcosarsi un po’ e mi ripiglio.
    Ma se trovi il modo di ridurre il peso della valigia fammelo sapere.

  2. Mo mi fai venire l’anZia da valigia e da outfit… la prima è ancora vuota e il secondo deve ancora nascere nella mia testa… ma ce la faccio, uhh se ce la faccio!!!
    L’unica cosa che è già al suo posto, tirata a lucido neanche dovesse passare l’ispezione della marina, sono gli uncinetti…

  3. Ecco, io non ero ansiosa per questo mio sabato fuori dal guscio … ora però quasi quasi inizio a preoccuparmi!
    E i gufi del maltempo poi mi impediscono di scegliere come vestirmi, ma ci penserò domani.

  4. Gloria ha detto:

    Io ho tutto così sotto controllo… ma così sotto controllo… che non so ancora se vengo domani oppure no!
    Non sono la tipa che fa progetti a lungo termine, s’era capito?

Lascia un segno:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...