Ti regalo una perla: liberati

Vogliamo fare una perla politicamente scorretta? E vogliamola, và.

Incontro troppo spesso persone ammorbate dalla sindrome del bianconiglio: corri corri, presto, forza che è tardi, ho da fare un sacco di cose.

Uomini e donne (io incoccio più le seconde, per una serie di motivi che è facile intuire) che hanno SEMPRE qualcosa da fare, e se non la stanno facendo la stanno pensando. Tali persone indossano sempre una faccia contrita, oppure corrucciata, comunque incazzata; perchè manca tempo, perchè manca spazio, perchè non c’è sostegno, perchè mia suocera ha rotto i maroni, perchè la fila alla posta è lenta.

Trovo la situazione del tutto noiosa, non ho più voglia di sentire lamentele, non sostengo più la solidarietà sulla fiducia: sarà un segno della vecchiaia il mio, quella presa di coscienza inesorabile  che arriva dopo i quaranta, quel momento in cui ti accorgi di interessarti solo alle stronzate?

Ed è vero che alcune cose non sono procrastinabili, è vero. Però è anche vero che il mondo gira anche senza di noi, dobbiamo farcene una ragione: per quanto straziante, dobbiamo prendere atto che all’interno dell’equilibrio cosmico non siamo che cacchette di mosca.

Perciò il mio consiglio spassionato è il seguente:

se pensate di stare facendo troppo, eliminate qualcosa

se credete di non farcela più, fermatevi

se siete stitici, liberatevi

 

Buon fine settimana amisci!

Partecipate!

Perlipedia

Advertisements

10 thoughts on “Ti regalo una perla: liberati

  1. tu pensa a cosa mi possa interessare io che ho passato di slancio pure i 50… 😀

    Comunque questo è uno dei messaggi del più bel film che mi sia capitato di vedere negli ultimi tempi: la grande bellezza. Te lo consiglio

  2. Si, concordo ed è quello che sto facendo, almeno non mi lamento più che faccio troppo…faccio meno!!
    E sono più calma e serena…e poi si ragazzi, il mondo va avanti anche senza di noi quindi se non facciamo qualcosa, a meno di non essere chirurghi in reperibilità, non muore nessuno!
    Questa è una perla che sento molto!!
    Ciao!

  3. jimmy ha detto:

    E’ verissimo … fare meno, fare meglio con piacere e sorriso. Non mi va di trasmettere ai miei figli che la vita si assapora correndo ai 100 all’ora. Buona domenica!

  4. Io direi politicamente ineccepibile! Sai quante colleghe più vicine ai 50 stanno ancora lì a fingere un eccesso di impegni che le qualifichi come manager fighe … provo solo tanta pena, io ho rallentato eccome e la vita gira lo stesso, anzi molto meglio!
    Che a credersi più che puntini ci si sfinisce inutilmente 🙂

  5. the pellons' ha detto:

    Hai proprio ragione: ma ci vuole molto equilibrio interiore per rinunciare e rilassarsi. Io corro e faccio mille cose, dichiaratamente per non pensare.

  6. uhh è la descrzione paro paro della mia vicina. è così noiosamente lamentosa che appena la vedo la evito. quasi quasi gli stampo la pagina e gliela metto nella cassetta della posta….

Lascia un segno:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...