A volte ritornano (ma sarà poi necessario?)

L’11 luglio l’ultimo avvistamento in mezzo al mar. Poi il silenzio.

Al contrario di quello che potreste pensare (si, lo so che è la vostra prima preoccupazione del mattino sapere che fine ho fatto…) non sono morta dentro un bagno del Louvre.

Sono viva e vegeta e ho vissuto un’estate intensa, breve ma intensa.

Sono qui tutta fremente e piena di cose da scrivere: sono certa che presto produrrò altri ben noti capolavori del web, cose imperdibili lo sapete.

Il mio piano editoriale prevede:

– post su Parigi. Ma mica robe impeccabili come nei miglior travel blog, o cose interessanti come fa la Veronica; ma vi pare che io possa essere così influencer?

– post sullo scrivere per gli altri

– post sulle tette cadenti

– post sulla Swinging London

– post su mia figlia (che fa sempre mamma blogger, così tiro su qualche clik)

– post velenosi e sparsi su quello che leggo dal web (non fa mamma blogger ma vedi se lurkano)

 

Va bene, torno a fare la ragioniera per stamattina.

Ma poi torno. Uh se torno.