Cose di settembre fuori e dentro il borgo

Questo settembre è meraviglioso.

E tanto basterebbe per chiudere il post, buonanotte al secchio tanto oramai si sa che sono dissociata.

Allora per farvi dispetto io approfondisco: c’è il sole, sto in giro, faccio cose, vedo gente, ho la figlia figa, anche il sesso tuttobenegrazie.

Sono andata al Blogfest, come una nerd qualunque, che si spugnetta con twitter e fa le punte ai blogger famosi che nemmeno al red carpet di Cannes. Voglio dire, io raccontavo a Polly chi fosse chi, e quanto fossero morti di fama tutti quanti se si fanno le foto da bimbiminkia pur di avere i loro retweet autocelebrativo (che tanto si sa, se non ti retwittano non sei nessuno). Sono morta di noia ai #TA13, che sarebbero le premiazioni dei personaggi di Twitter (unico appunto: Scanzi è più alto di come me lo immaginavo). Mi sono divertita ai #MIA13 perchè Pinuccio fa spaccare. Solo che continuo a pensare che le categorie e le votazioni fatte così siano una cavolata, e quindi…no, non mi stai arrivando. Per la cronaca, anche io e Polly ci siamo fatte la foto da bimbeminchia, però noi siamo meglio. Fine della blogfest.

Qui a latitudini semi terrone il tempo è magnifico, il che significa che la domenica si va al mare. Qualcuno schiatterà di invidia, altri alzeranno il dito medio: mi dispiace non si può essere amati da tutti. In ogni caso ho sempre una branda libera, fatevi sotto.

Sono ricominciate tutte le attività settembrine che comprendono: scuola, nuoto e altre amenità varie. Sono ricominciati anche i frullamenti di maroni ascoltando la varia umanità mammesca sulle paranoie delle 27 ore, sulle bottigliette di plastica e sulle buche in camporella -io volevo scrivere anche genitore 1 e genitore 2 in questa frase, ma tanto di papà all’uscita da scuola se ne vedono pochissimi inutile essere politicamente corretti, sarebbe ipocrita. Vogliamo fare così, cari maschietti: spremete le meningi e arrotate le gonadi tentando di racimolare qualche minuto in più per i vostri figli, magari non solo la sera quando tornate a casa afflitti dal lavoro. Fate una sorpresa, stupiteli, raggirateli: vi giuro che i sorrisi che vi accoglieranno non potranno essere sostituiti da niente al mondo- Fine dell’angolo della pediatra. Anzi no: sono di nuovo rappresentante di classe. Anche in seconda. Di. Nuovo.

Ah… ho delle cose in ballo sul web, cose che mi esaltano e che mi fanno tremare le gambe. Progetti per cui un giorno mi dico “grande, sei proprio una pheega!” e il giorno dopo mi sento mormorare da sola “ma porco melo, cosa mi avrà detto la testa quando ho detto si?”. Robe gratis, che oramai ho quasi deciso che quando non vengo pagata io dia il meglio di me (no, non voglio che tutti mi offrano solo visibilità, mi piace la soddisfazione economica, ma devo avere la frizione del cervello che funziona male e mi salta la marcia, così quando scrivo aggratis mi viene tutto più facile, boh)

Ultima cosa. Ho preso coi saldi un reggiseno da Intimissimi che mi fa le tette di una ventenne. Cioè proprio non c’è competizione, ciao mare!

 

5 thoughts on “Cose di settembre fuori e dentro il borgo

  1. anche a Riccione c’è il sole e si “mareggia” alla grande. E ti volevo pure venire a conoscere di persona alla Blogfest, ma figurati se Figlio non si ammalava proprio questo weekend.
    Mi spieghi meglio il masochismo dell’essere capoclasse pur non tollerando la matritudine scolastica?😉

Lascia un segno:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...