Sa la vist cus’è? Ah beh, si beh

No, un momento, la situazione è grave: qualcuno mi ha fregato dieci giorni con annessi e connessi.

Che voi lo sapete che se non lo si scrive sul blog in fondo è come se non fosse successo. Cosa? Ma tutto no?!

Ammetto che ci sono anche quelli che non hanno il blog e vivono felici e contenti. Oddio, contenti. Sopravviventi. Come me che ho un blog. Quindi la differenza tra reale e virtuale si azzera #strettchaps

In questi dieci giorni vi assicuro che ho fatto tante cose, nel caso vi fosse venuta una botta di gastrite perchè non avete potuto ricevere mie notizie.

Ho fatto la pizza.

Abbiamo partecipato ad una gara amatoriale: i vecchi camminando, i figli correndo. La Gioppina è arrivata prima e ha preso la coppa (di metallo, che se fosse stata l’insaccato sarebbe già finita a farcire la piadina, per dire)

Ho pulito casa.

Ho sentito mio padre raccontare che gli hanno fregato il portafoglio (si, ancora: voglio sperare che li spendano tutti in imodium)

La mia nipota piccola fa gu e rutta come un alsaziano a fine settembre.

Ho dovuto rinunciare a Shakespeare al Teatro della Fortuna.

Ho dato una craniata nel bagagliaio della macchina ma invece di bestemmiare ho riso forte: ridere rende liberi.

Durante una telefonata ho pianto a singhiozzi elaborando una strana teoria sulla procreazione, tipo quando vai ad una seduta psicoanalitica. Ma forse quella telefonata lo era.

Ho sognato la conoscenza biblica di un mio vecchio compagno di scuola.

Ho comprato le scarpe nuove alla Gioppina e lei mi ha chiesto di imparare il punto croce (poi un giorno parliamo anche dell’influenza dei genitori sui figli, perchè io a questo punto potrei averla concepita con il postino fricchettone)

Mi sono accorta che se vado da piazza XX settembre al lido a piedi, dopo aver passato il ponte della liscia c’è un profumo di tiglio che fa bene al cuore. Abito in questa città da quando sono nata.

Tutto questo in ordine rigorosamente sparso e in elenco per niente esaustivo. Tra l’altro mi potrei chiedere “Ma cacchio gli frega a chi legge di quello che ho fatto in questi giorni?”. Allegramente mi risponderei “Magari niente, ma questo è un blog e una volta i blog erano usati al posto della Smemoranda, quindi ci scrivo quel tubo che mi pare”.

Mi guardo intorno e vedo un mondo un pò di merda, brutto sporco e ingiusto; penso che mia figlia ha sette anni e in questo mondo ce ne deve passare almeno altri 77 e mi prende proprio male. Il momento dopo però mi accorgo che a volersi impegnare (un bel pò, in effetti) spunti buoni se ne trovano: tipo avere la folgorazione per una foto, vedere una coppia di vecchi che camminano per mano, il ciclamino che fiorisce, chi scrive bene, la purezza dei bambini. Allora so che tutto è possibile. Magari bestemmiando e piangendo, so che c’è ancora da qualche parte la forza per tirare su la testa.

Allora adesso coraggio: smettiamo di farci le seghe, smettiamo di far crede a tutti che siamo perfetti e avanti di passo buono. Accorgersi troppo tardi che non c’è più tempo per dire a qualcuno che gli vuoi bene è la condanna peggiore.

130 chili

splendida regina

rum e cocaina

zà zà

5 thoughts on “Sa la vist cus’è? Ah beh, si beh

  1. Lucia ha detto:

    ”Accorgersi troppo tardi che non c’è più tempo per dire a qualcuno che gli vuoi bene è la condanna peggiore.”
    io ti adoro.

  2. Ecco perché mi piacciono i blog..ho sempre desiderato leggere le smemorande altrui!!!!
    Scherzo, eh?
    C’è speranza, si, perché il mondo non è così brutto come il periodo ed i discorsi del momento ci portano spesso a pensare…basta guardare le foglie cambiare colore che brillano al sole e vedere che c’è ancora qualcuno, grande e piccino, che si ferma ad osservarle incantato per capire che il bello esiste ancora.

Lascia un segno:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...