Stupido è chi lo stupido fa (dei sorrisi diffusi)

lucy psychiatric help

Questa è la nuova frontiera dell’osare: andare a messa la domenica mattina. Che ti senti un rivoluzionario perchè il popolo altro la domenica mattina si mette in tuta e si va a fare la sgambata fuori porta (o più facilmente all’anello verde in città).

Poi magari, quando è ora pregano che il figlio superi la verifica di matematica, però intanto la parola d’ordine è: indipendenza totale, soprattutto dalla catechesi spirituale. Buh, fate i duri. La rivoluzione si fa a colpi di phon, hasta la victoria, rowenta!.

Io avevo un moroso che suonava il pianoforte e fequentava il conservatorio, tutto bellino e ordinato; poi una sera su due (ma anche h24) si faceva le canne e tirava sotto i gatti in macchina. Occhei il mio sembra un delirio, ma volevo dire che bisogna fare attenzione a come si guarda la gente.

Faccio del sarcasmo la mia bandiera quando la realtà vera è che io amo gli altri e sono felice a vedere quanta umanità varia si possa incontrare. Ogni persona mi stuzzica la curiosità e l’allegria, anche (anzi soprattutto) quando non trovo nemmeno un punto di contatto. Certo, prenderei una corda d’oro e impiccherei quelli che non capisco al ramo più alto della quercia dell’orbo, è un privilegio raro; spero sia chiaro il mio intento: rendere giustizia alla stupidità umana.

Essere stupidi is the new black.

Mi piacerebbe molto rivalutare la limitatezza dell’intelletto, il fatto di non essere preparati e di non riuscire a trovare le risposte; vorrei un mondo ricco di tonti, di quelli che sono terra terra e non sparano cazzate altisonanti ogni due minuti. I miei nuovi idoli saranno:

-quelli che non sanno cosa significa decluttering

-le mamme che fanno ciccì mucci mangiamo fruttina

– i nonni che non sanno usare internet

-chi non è laureato tre volte

-quelli che non sanno cosa sia l’happy hour

-la rava

-la fava

– le bionde ossigenate

-i preti di campagna

-i guanti senza dita

-la bic verde

-le infradito che si rompono

-il brodo di dado

-i muratori quando gli si vede la riga del sedere

-la fascia per i capelli

-le lenticchie che crescono nell’ovatta

Mi piacerebbe fondare un movimento, sarebbe in fondo un movimento lento, una mano alla cabeza da Trieste in giù.

Solo che non son politica, anzi proprio con l’autopromozione non ci so fare.

Allora continuo a guardarmi intorno e a cercare le cose stupide che mi allietano la vita.

7 thoughts on “Stupido è chi lo stupido fa (dei sorrisi diffusi)

  1. Adoroti. Ma davvero. E volevo dirti che mi candido a tutte le categorie (lenticchie comprese) tranne quella delle mamme che fanno cicci mucci mangiamo fruttina. Sei una forza Lu!

Lascia un segno:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...