Radici

Per la praticità di trasformare un elastico nella cintura di una Barbie, per la testardaggine a sposare l’unico uomo che non poteva essere tuo, per la timidezza di una passeggiata da sola, per la discrezione di non chiedere nemmeno come vanno le cose a casa, per la generosità che vengono sempre prima gli altri soprattutto i figli, per la creatività del mobiletto del salotto, per l’allegria dei pomeriggi di quando invitavo le amiche delle elementari, per lo sclero di quando discuti con nonna…grazie mà e goditi la tua festa!